Fondazione CLS - progetti

Autistici Gravi

Superata l’età maggiorenne pochi servizi e strutture sono in grado di offrire una risposta adeguata. Il nostro territorio interprovinciale presenta una evidente grave carenza di strutture per il trattamento degli Autistici, la cui problematica si presenta complessa sia per gli aspetti professionali che per quelli logistici ed organizzativi.

Riteniamo costituisca un’esigenza sociale di primaria importanza attivare un servizio diurno specializzato che accolga i casi attualmente e impropriamente inseriti in altri ambiti, in cui il progetto educativo riguardi anche la problematica della incolumità fisica, anche prevedendo la strutturazione di spazi adeguati (difendere dall’autolesionismo e dall’aggressività verso gli altri e verso se stessi).

La Fondazione CLS Lavoro e Solidarietà si pone come obiettivo l’animazione di un progetto che porti alla realizzazione e alla strutturazione di spazi idonei, promuovendo al contempo la costituzione di una Cooperativa Sociale in grado di gestire adeguatamente le attività.

Centro Diurno Anziani Disabili

Consideriamo come persone anziane non quelle riferibili ad una età anagrafica, ma quelle che vivono una condizione psico-fisica particolare che si verifica quando l’attività abitualmente svolta dall’individuo (lavorativa, frequenza centri diurni) si conclude, ma non termina il suo bisogno – diritto di socializzazione.

La Fondazione CLS Lavoro e Solidarietà si propone l’obiettivo di dar vita ad un Centro diurno anziani dove l’appuntamento con la persona sia quotidiano. Il Centro deve favorire il mantenimento dell’individuo all’interno del nucleo famigliare, che troverebbe così un significativo aiuto, evitando il ricorso al ricovero in strutture socio-sanitarie.

CLS - i nostri progetti

Gestione del Tempo Libero

Oggi le opportunità ludiche e ricreative offerte al disabile sono spesso frutto di estemporanee iniziative, e non costituiscono una proposta continuativa per il soddisfacimento di una esigenza assolutamente comprensibile.

E’ necessario promuovere un sistema di aggregazione capace di offrire momenti di integrazione nella ricreazione (attività sportive, musicali etc.) dove la persona possa identificarsi e fondare la propria appartenenza.

Formazione

Rivolta alle famiglie dei soggetti svantaggiati, agli operatori e ai gestori di attività dedicate a tali soggetti, in un processo di formazione che, dalla corretta presa di coscienza delle problematiche relative, porti all’accettazione della condizione, alla valorizzazione dello status, all’assunzione di ruolo.

Obiettivo è anche la formazione di una classe dirigente motivata, che crei le condizioni per la continuità istituzionale della Fondazione CLS Lavoro e Solidarietà.

Sarà sviluppata anche un’attività a più ampio raggio di coinvolgimento, quali convegni, dibattiti, informazione mediatica sulle tematiche relative all’handicap e alle varie forme di disagio.

Condividi Pagina