Fondazione CLS - riflessioni sulla disabilità

Più punti di vista, più logiche, più braccia, tutte tese verso lo stesso percorso

La vita di ciascuno di noi si snoda tra lavoro, casa e momenti di interazione che, per definizione, accrescono la nostra personalità e le nostre conoscenze. Nessuno di questi tre “luoghi” ha un’importanza superiore rispetto agli altri e concentrarsi solo su uno rischia di portare all’alienazione umana e sociale di qualsiasi uomo. Ognuno dei tre, in quanto tale, è diversamente abile.

Ecco perché la CLS è costituita da tre grosse strutture operative specialistiche che hanno alla base i medesimi orientamenti, indirizzi, obiettivi, ma anche le medesime politiche gestionali e decisionali:

  • CLS LA (Lavoro)
  • CLS CA (Comunità alloggio)
  • CLS FA (Formazione o Assistenza)

Queste tre realtà condividono lo stesso Consiglio di Amministrazione, le stesse cariche elettive, lo stesso psicologo, così da muoversi in sintonia con obiettivi condivisi legati alla valorizzazione delle persone disabili. Si viene così a realizzare una mutualità reciproca che elimina o comunque attenua visioni parziali, protezionismi di parte, ed ogni Cooperativa CLS si vede integrata e complementata nell’altra, facilitando così un’osmosi di persone e di operatori nell’ottica della loro massima valorizzazione.

Sei soddisfatto della tua vita o senti che ti manca qualcosa per sentirti completato interiormente?

Il percorso della CLS è teso a cercare la collocazione corretta del singolo all’interno del contesto sociale e di lavoro valorizzando al massimo le sue potenzialità e le sue prestazioni
“L’uomo giusto nel contesto giusto”, così potrebbe essere riassunto l’impegno della CLS.
E tale risultato è possibile solo grazie all’azione continua e condivisa tra più attori. Qualsiasi struttura tesa a tale obiettivo non sarebbe in grado di raggiungerlo da sola. Occorre il sostegno e l’impegno della Comunità Locale, del Mondo Associativo e delle Amministrazioni Comunali.

La Comunità locale e il suo mondo associativo sono il terreno ben coltivato e innaffiato sul quale la CLS ha voluto realizzare il suo ambizioso progetto. Il coinvolgimento e il legame è molto forte e frutto di un incontro avvenuto sin dagli inizi. E il risultato non è solo un gran numero di persone che si sono avvicinate alla CLS in maniera diverse (famiglie, volontari, lavoratori, membri del Consiglio di Amministrazione, simpatizzanti), ma soprattutto un movimento capace di gestire informazione e formazione sulle problematiche della disabilità e progetti di sviluppo e operatività di tutta la CLS.

E questa simbiotica collaborazione è attuata quotidianamente e ben percettibile negli organi decisionali e operativi della CLS: nel Consiglio di Amministrazione, per statuto, siedono, uno accanto all’altro, i responsabili delle tre diverse CLS, il rappresentante dei lavoratori, il rappresentante delle famiglie e i rappresentanti delle Associazioni locali che si riconoscono nello spirito che anima la CLS. Più punti di vista, più logiche, più braccia, tutte tese verso lo stesso percorso.

E tu cosa puoi darci affinché la nostra esperienza possa diventare anche la tua?

Condividi Pagina