Strasaronno “Corsa Bagnata Corsa Fortunata”

Strasaronno “Corsa Bagnata Corsa Fortunata”

 

L’alba è ancora lontana.

Sono le 5:30 di mattina, e i primi volontari stanno arrivando, per allestire la Strasaronno, la corsa podistica più importante della città.

Bisogna installare le transenne, preparare i gazebo, organizzare gli ingressi che questa volta saranno più complessi, a causa delle stringenti norme anti-covid.

I camion scaricano i materiali, fra cui i pacchi gara, le bottiglie d’acqua, il palco, l’arco per la partenza e il traguardo. La macchina si mette al lavoro…

Mesi di preparazione si concentrano in pochi minuti.

Poco per volta arrivano i primi corridori. Professionisti, ma anche famiglie, giovani, gruppi di amici di tutte le età che vogliono camminare insieme alla Fondazione CLS.

Gli iscritti sono 1.200. Sarebbero stati molti di più, superando i classici 2.000 partecipanti delle edizioni passate, ma le norme sanitarie hanno imposto di dichiarare il “tutto esaurito” già a metà settimana.

Centinaia di indomiti corridori attendono in piazza. Le previsioni danno pioggia, ma la gente non si scoraggia. Vuole correre! Vuole vivere! Non si vuole tirare indietro! E proprio allo scoccare del diluvio, viene dato il via!

La partenza ha un effetto liberatorio.

Sembra che l’energia covata in mesi di chiusura possa finalmente esplodere in un grido liberatorio.

Si parte!

10Km e poi 5Km.

La corsa si snoda lungo le vie del borgo, si prosegue nel parco Lura e poi si attraversa lo stabilimento della Fondazione CLS, lì dove si sta costruendo il Distretto Innovazione Sociale e Solidale, una realtà unica in Europa che dal 1983 dà lavoro ai disabili, come ricorda il presidente Pasqualino Cau.

 

“Corsa bagnata, corsa fortunata” dice il sindaco Augusto Airoldi sul palco, prima di tuffarsi anche lui nella mischia insieme al gruppo “Correre in comune”.

Il tempo per fortuna migliora e dal fondo di Corso Italia si staglia una figura in corsa lanciata verso l’arrivo. È un ragazzo di 12 anni che per primo riceve la medaglia disegnata dai ragazzi della CLS.

E poi poco per volta tutti gli altri per riabbracciarsi all’arrivo in una grande festa.

Ci sono premi per tutti, ma spiccano i vincitori delle varie categorie. 1° classificata la scuola più numerosa, la Rodari, con ben 177 iscritti. Poi seguono al 2° posto Arcivescovile e al 3° Sant’Agnese. Il Gruppo più numeroso risulta l’immancabile Forza Angelo con un bel numero tondo: 100 partecipanti. Al 2° posto Robur e al 3° Correre in Comune. Grande merito alla signora Annunziata Libonati e al signor Antonio Bertolini, i meno giovani che hanno sfidato le intemperie. Mentre Veronica Zambon e Massimiliano Mainini si aggiudicano i premi dei più piccoli, rispettivamente 2 mesi e 1 mese.

L’8° edizione non è ancora conclusa. Se vorrete correre ancora, potete farlo con la nostra Virtual. Andate sul sito https://www.strasaronno.it/ e scoprite come.

Grazie a tutti, grandi e piccini, di aver corso con noi!

Avete aiutato la Fondazione CLS a realizzare il suo sogno. Ora il nostro sogno è anche il Vostro sogno.

E potete aiutarci ancora in tanti modi:

  • Lasciti testamentari
  • Donazione (detraibili dalla denuncia dei redditi)
  • Prestiti garantiti
  • Crowdfunding
  • 5×1000: c.f. 94022960127

  IBAN IT 25 C 05034 50520 000000001060

Contatti

Segreteria CLS FONDAZIONE: 02 9625893.5

  • 337348246 – 3479702714

*PER APPROFONDIMENTI:

https://www.clsprovidentia.org/attivita/