SONO IL FUTURO

SONO IL FUTURO

Viene dalla Toscana un pensiero sul futuro, da condividere proprio in questi giorni in cui viviamo “fra parentesi” e ci sembra così lontana la normalità.

Le parole che Daniela Ciufrreda ha affidato al premio letterario “Orizzonti”, patrocinato dalla Fondazione CLS, parlano di qualcosa di molto attuale e che davvero contiene la ricetta universale per andare avanti e vincere tutte le avversità.

Finalista

“Sono il futuro”

di Daniela Ciuffreda di San Giovanni Valdarno (AR)

Sono il futuro, la salvezza, la speranza. Sono quello che ascolta i sordi, che guida i ciechi, che parla ai muti. Sono quello che divide il pezzo di pane, che copre gli ignudi, che cura le ferite. Sono quello che non giudica. Sono quello che ammira tutti i colori dei capelli, degli occhi, della pelle. Sono quello che ascolta ogni religione che si basi sull’uguaglianza, sulla fraternità, sul perdono. Sono quello che accompagna lo zoppo, che cresce il bambino difficile, che accetta le fragilità. Sono quello che crede nei sentimenti sinceri, di ogni natura, al di là del sesso, credenze o convinzioni. Sono quello che potrà salvare il mondo, rendendolo un infinito arcobaleno. Sono quello che unisce la diversità nella totalità della sua energia, origine stessa della nostra vita. Sono l’Amore

 

Daniela Ciuffreda scrive da sempre, per passione, poesie e racconti brevi. A un certo punto della sua vita ha deciso di rendere pubbliche le sue scritture partecipando a diversi concorsi letterari per i quali ha ricevuto riconoscimenti e pubblicazioni. È in uscita il suo primo libro di poesie, espressione delle sue emozioni e specchio della sua anima.