CHE SORPRESA INASPETTATA PER LA CLS!

CHE SORPRESA INASPETTATA PER LA CLS!

Che sorpresa inaspettata per la CLS!

Una scoperta degna di un film giallo, ma con un lieto fine…

Era un giorno come tanti alla fondazione. Arrivò prima una lettera di convocazione cui seguì una telefonata.

I responsabili erano invitati presso l’ufficio di un notaio…

Si recarono allo studio e assistettero all’apertura di un testamento. Dopo la lettura dei beni lo stupore… tutti i beni donati alla CLS!

Chi era il generoso donatore?

Ma andiamo con ordine. Qualche tempo fa un signore anziano si avvicinò alla fondazione. Era una persona di Saronno, che viveva in zona Prealpi. I suoi ultimi mesi di vita erano stati attraversati da un grande dolore. Due anni prima era scomparsa sua moglie Claudia, cui era legato da un sentimento intenso, frutto di quell’amore coniugale intriso di complicità e comunione di intenti che si trova nei libri e per fortuna talvolta si legge anche nella vita.

Chissà da quanto tempo Antonio Pagani covava nel suo cuore il desiderio di fissare per sempre il nome della sua amata, attraverso un segno che l’avrebbe fatta ricordare per sempre!

Tutti i suoi averi sono finiti alla fondazione. Il bilocale in cui vivevano i coniugi e il denaro conservato nel conto corrente. Tutto alla CLS!

Una volta tolte le spese e i costi per le pratiche burocratiche, la nostra fondazione beneficerà di quasi 80.000€!

Una boccata di ossigeno per chi è sempre alla ricerca di fondi per far funzionare la macchina del bene.

Che cosa farà la CLS con questo lascito?

L’idea è che questa donazione così concreta e tangibile, sia la prima pietra di un progetto che i fondatori della CLS hanno nella testa da tempo: la costruzione di tanti mini appartamenti da destinarsi a disabili psichici, che godono di una sufficiente autonomia. Si tratta di persone a rischio di emarginazione cui, se viene data una piccola indipendenza e la percezione di una casa propria, potranno sentire valorizzata la loro esistenza nella società.

Siamo andati nella casa di Claudia e Antonio. Abbiamo aperto la porta e abbiamo trovato la loro vita, fatta di odori, immagini, sensazioni. Abbiamo guardato dalla finestra e abbiamo scoperto la luce del mondo che loro vedevano tutti i giorni. È sempre un dolore entrare nell’intimità di chi non c’è più. Oggetti, profumi, percezioni che riportano alla mente l’identità anche di persone che non si sono mai conosciute.

Ci siamo mossi con un rispetto religioso fra la semplicità delle cose che riportavano alla quotidianità dei proprietari, alla loro vita di tutti i giorni. E ci siamo detti che loro volevano proprio così! Il loro ultimo desiderio è stato che qualcuno continuasse a vivere nello stesso spirito e con i loro ideali.

La fondazione CLS dedicherà il progetto alla memoria di Claudia e Antonio Pagani, affinché la nuova vita donata a chi ha bisogno sia a ricordo di un meraviglioso atto di generosità.

 

Dicembre 2018
Agorà – Periodico Bimestrale – Direttore responsabile: Maria Grazia Gasparini
Proprietario ed Editore: Fondazione CLS Lavoro e Solidarietà ONLUS Via  Volpi, 10 –  21047 Saronno (VA) – tel. 02.9625893 – www.fondazionecls.org
Registrazione: Tribunale di Busto Arsizio (VA) n. 01/2016 del registro periodici – Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.